Quante medicazioni per la rinoplastica?

Sono una ragazza di 23 anni e sono della Campania. Ho visto le rinoplastica del dott. Pallaoro e semplicemente ho deciso che devo fare il naso da lui. Essendo che arrivo da Napoli e che mi devo organizzare  con il lavoro, vorrei sapere quante medicazioni post operatorie devo fare e come vengono programmate. Grazie

La rinoplastica è una nostra procedura d’eccellenza e sono moltissimi pazienti da tutta Italia che decidono di modellare il profilo e correggere gli inestetismi del naso presso la nostra clinica. Si tratta di un intervento che attraverso due incisioni all’interno delle narici modifica la dimensione e la forma del naso. La procedura è eseguita in anestesia locale con sedazione oppure in anestesia generale. Immediatamente la piramide nasale viene protetta da uno splint nasale che serve per supportare la guarigione ossea e cartilaginea. Lo splint va sostituito dopo una settimana e quello nuovo va rimosso dopo 14 giorni.

Per i pazienti che vengono da oltre 500 chilometri si consiglia di rimanere a Padova per la prima settimana così da tornare a casa con lo splint nasale nuovo e ritornare soltanto per la seconda medicazione. Per alcuni pazienti provenienti dall’estero la seconda medicazione viene delegata al proprio medico di famiglia con nostra dettagliata descrizione sul da farsi.

Sintetizzando il percorso del paziente interessato alla rinoplastica proveniente da Napoli inizia con la consulenza online con la quale si verifica la fattibilità preliminare dell’intervento e il prezzo dello stesso. Successivamente si procede con la prenotazione della visita con intervento nella stessa giornata. con questo accorgimento si risparmia un trasferimento. Si rimane in città per i primi sette giorni, poi si fa la sostituzione dello splint nasale. Il paziente può tornare a casa per poi ritornare dopo 7 giorni per la rimozione del splint e la prima visione del risultato ottenuto. La rinoplastica è uno degli interventi che più efficacemente migliora l’aspetto del paziente e conseguentemente l’autostima.