Imenoplastica, la tecnica di revirgination

L’imene è un setto mucoso che copre parzialmente l’esterno dell’apertura vaginale; la rottura dell’imene si verifica dopo il primo rapporto sessuale o esercizio o trauma. Successivamente rimangono solo piccoli lembi di pelle, chiamati foglioline di imene.

Cosa è l’imenoplastica?

L’imenoplastica permette di ricostruire la verginità anatomica, che è un prerequisito fondamentale per il matrimonio nelle diverse culture. La procedura viene eseguita in anestesia locale con sedazione. Si tratta di un intervento di chirurgia estetica intima di breve durata che permette alla paziente operata di tornare a casa dopo un breve periodo di osservazione.

Tecnica chirurgica

I bordi residui dell’imene vengono incisi. Il lembi conseguenti vengono uniti con punti di sutura riassorbibili per formare una nuova membrana. Nella maggioranza dei casi non sarà possibile ricostruire un imene completo. Comunque va sottolineato che l’imene non lesionato (donna vergine) quasi mai è completo ma presenta invece fori di diverso calibro. Addirittura alcuni di quei fori possono permettere di avere un rapporto sessuale completo senza lacerare la membrana.

Postoperatorio

Sanguinamento moderato e dolore locale moderato nei primi giorni dopo l’intervento chirurgico. Le suture sono riassorbibili nelle prossime 3-4 settimane. Per 3 settimane dopo l’imenoplastica la paziente deve astenersi completamente dai rapporti sessuali e uso di biciclette o motocicli.

Risultato

L’imenoplastica è eseguita in generale per motivi culturali e di solito viene attuata qualche settimana prima del matrimonio che richiede che la donna si presenti illibata.  L’intervento chirurgico programmato in questo senso raggiunge il risultato atteso dalla donna. E’ possibile che nei mesi successivi una parte della membrana ricostruita possa riassorbirsi e rendere l’imene meno visibile.

Anche se la verginità nella nostra cultura occidentale prevalente non costituisce più una valore da preservare ad ogni costo, ci sono altre culture e religioni che danno alla “purezza” anatomica un valore assoluto ed irrinunciabile. In questo mondo moderno sempre più interconnesso che vede la formazione di coppie “miste” che devono poi “accontentare” valori sociali a volte non proprio vicini.